Il progetto “Ludoterapia a domicilio, in isolamento e in Residenza di accoglienza per i bambini con patologie emato-oncologiche” realizzato grazie al finanziamento dell’Otto per Mille Valdese (Unione delle Chiese Metodiste e Valdesi) risponde alla richiesta dei reparti pediatrici ematoncologicdi supportare i piccoli pazienti in due momenti delicati: il Rientro al domicilio dopo una lungodegenza ed il ricovero in reparto in regime di isolamento (in alcune fasi del ricovero come il trapianto o le infusioni ad “alte dosi”, i bambini sono costretti a stare in stanze in completo isolamento).

Ludoterapia a domicilio

Inoltre molte famiglie, migranti per le cure e che quindi non hanno un domicilio a Roma, vengono ospitati nelle Residenze di accoglienza, durante il periodo di cura del figlio/a. Il progetto di Ludoterapia a domicilio intende offrire opportunità di gioco e divertimento anche per questi bambini.

Collaborazioni ospedaliere

Sale in Zucca Onlus collabora da anni con questo progetto con i reparti di Ematologia Pediatrica del Pol. Umberto I e Neurochirurgia Infantile ed Oncologia Pediatrica del Pol. A. Gemelli, ed è in fase di convenzionamento con il Reparto di Terapie Sperimentali in Oncoematologia Pediatrica e Chirurgia Oncologica dell’Ospedale Pediatrico Bambino Gesù. Inoltre, negli anni, siamo riusciti a creare e coltivare un rapporto di grande fiducia e vicinanza con Residenza Vanessa, situata a Roma in Via Forlì, che accoglie principalmente bambini migranti in cura presso il reparto di Ematologia Pediatrica del Pol. Umberto I.